Via Santo Stefano 11, 40125 Bologna (BO) 051 9911011
info@studiofarina.it Lun. - Ven. 08:30 - 12:30 / 14:00 - 18:00

Legge 104. Festivo e notturno.

La legge 104/92 all’art. 33 prevede permessi dal lavoro per lavoratori dipendenti affetti da disabilità grave o per familiari di disabili. Segue la legge 151/01 con la previsione di congedi straordinari. L’Inps ha emanato una circolare per chiarire la modalità di fruizione dei permessi in corrispondenza di turni di lavoro notturno, ovvero su due giorni solari, e di lavoro festivo.

Il lavoro a turni

L’Istituto precisa che il lavoro a turni è una particolare modalità organizzativa dell’orario di lavoro scelto dall’azienda per una efficiente organizzazione dell’attività lavorativa. E definisce il lavoro a turni come ogni forma di organizzazione dell’orario di lavoro diversa dal normale lavoro giornaliero, il cui orario può andare a coprire l’intero arco delle 24 ore e la totalità dei giorni settimanali.

L’art.33 su menzionato prevede la fruizione dei permessi a giornata, indipendentemente dall’articolazione della prestazione lavorativa. Ne deriva che il permesso possa essere beneficiato anche di domenica. Lo stesso principio si applica al lavoro notturno. In questo caso, essendo il turno su due giorni solari, si considera permesso un solo giorno. Il riproporzionamento si applica solo in caso di fruizione del permesso ad ore. Per determinare le ore mensili fruibili si procede con l’algoritmo di calcolo seguente: orario di lavoro medio settimanale/numero dei giorni (o turni) di lavoro settimanali X 3

Non discriminazione

Per il principio di non discriminazione, il lavoratore a tempo parziale ha i medesimi diritti del lavoratore a tempo pieno e il suo trattamento economico e normativo è riproporzionato in ragione della ridotta entità lavorativa.

La formula per il riproporzionamento dei tre giorni di permesso è la seguente: orario di lavoro medio settimanale eseguibile part time/ orario di lavoro medio settimanale eseguibile full time X3 arrotondato all’unità inferiore o a quella superiore a seconda che la frazione sia fino a 0,50 o superiore.

Ricordiamo che è possibile cumulare nello stesso mese il congedo straordinario ex art.42 151/2001 con i permessi ex art.33 104/1992, purché in giornate diverse. Il cumulo può avvenire senza ripresa dell’attività lavorativa tra un beneficio ed un altro.

Tag:

Iscrizione alla newsletter

Iscriviti per non perdere le prossime novità

Letta l'Informativa sulla privacy

acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte dello Studio Farina Redaelli per il servizio di “Newsletter” (cioè per essere aggiornato via posta elettronica sulle "novità" relative all'attività dello Studio Farina Redaelli).

Cliccando sul tasto “Iscriviti” dichiari di accettare i Termini di utilizzo e di avere almeno 18 anni.