Via Santo Stefano 11, 40125 Bologna (BO) 051 9911011
info@studiofarina.it Lun. - Ven. 08:30 - 12:30 / 14:00 - 18:00

Approfondimenti


News&More

Infortunio e concorso di colpa.

La Corte di Cassazione si è pronunciata sul concorso di colpa del lavoratore in caso di infortunio.

Il concorso di colpa ridurrebbe la misura del risarcimento. Tuttavia, un comportamento imprudente del lavoratore non concorre alla colpa ogni qual volta il datore di lavoro violi un obbligo di prevenzione.  Questa regola va applicata quando l’inosservanza degli obblighi sulla sicurezza risultano muniti di incidenza esclusiva rispetto alla determinazione dell’evento dannoso.

Rischio elettivo e concorso di colpa.

In prima battuta i Giudici si erano soffermati sul rischio elettivo, ovvero un comportamento contrario al buon senso (da non confondere con imprudenza e negligenza) nonché sul concorso di colpa (il lavoratore risulta colpevole per comportamenti non idonei assunti sul posto di lavoro).

Responsabilità datoriale.

Nonostante questo contesto iniziale, i Giudici di legittimità si sono concentrati sulla regola di diritto secondo cui la responsabilità datoriale non può essere disattesa. Nei rapporti di lavoro, infatti, va dato il massimo rilievo ai doveri di protezione. Doveri che sono diretta conseguenza della sussistenza in capo al garante di poteri unilaterali di direzione e organizzazione. Eventuali comportamenti incauti del lavoratore non possono concorrere con inadempimenti datoriali.

Ricollocazione.

L’assegno di ricollocazione consiste in un servizio di assistenza e di tutoraggio nonché di ricerca di attività occupazionali. Questo programma, però, non è compatibile con altri programmi di politica attiva previsti per i percettori di RdC ed è per questo che l’Anpal, con delibera 17/2019, ha precisato che la scheda anagrafico professionale del beneficiario di reddito di cittadinanza (RdC) deve indicare tutte le eventuali altre ed analoghe misure di aiuto.

Scheda anagrafica professionale.

Può capitare che la scheda anagrafica professionale non riporti tutte le informazioni sugli aiuti concessi. In questo caso, la ricollocazione dev’essere riconosciuta comunque. A tal proposito, la delibera stabilisce che le amministrazioni competenti debbono dare comunicazione tempestiva delle misure incompatibili.

Procedura.

La procedura dell’assegno di ricollocazione prevede che il beneficiario di RdC, entro il termine di 60 giorni dal riconoscimento della misura sia convocato dal centro dell’impiego, essendo verificati i requisiti per la sottoscrizione della misura.

Bonus Pubblicità 2019.

Dal 1° al 31 ottobre 2019 è stata riaperta la finestra per accedere al bonus pubblicità, il credito d’imposta per imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali che effettuano investimenti pubblicitari incrementali su:

  1. Stampa quotidiana e periodica, anche online;
  2. Emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche, digitali.

Continua a leggere

Santo Patrono

In occasione della festività del Santo Patrono della città di Bologna, venerdì 4 ottobre 2019, lo Studio Farina Redaelli resterà chiuso.

Attenzione ai tentativi di truffa.

L’Inps ha informato i cittadini che si sono verificati dei tentativi fraudolenti attraverso l’invio di posta certificata con contenuti apparentemente attribuibili all’Istituto.

Le segnalazioni riferiscono di email pec non appartenenti all’Istituto che avvisa di presunte irregolarità nel versamento di contributi. Il testo della mail invita, infine, a cliccare su un collegamento per accedere al dettaglio della comunicazione. In realtà si attiva lo scarico automatico di un virus.

Vi invitiamo pertanto a prestare la massima attenzione ad eventuali richieste ambigue che arrivino via email e Vi ricordiamo che l’unico portale per accedere a informazioni, servizi e prestazioni dell’Istituto è www.inps.it/nuovoportaleinps/dafault.aspx

Sempre nel portale sono disponibili tutti gli indirizzi di PEC utilizzati dalle strutture INPS.

Festival del Lavoro 2019

Il 20 giugno u.s., ha preso vita la tre giorni della decima edizione del Festival del Lavoro, la manifestazione organizzata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine e dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro svoltasi al Mi.Co di Milano.

Continua a leggere

Dimissioni on line. Siamo abilitati al Servizio.

Di dimissioni on line ci siamo già occupati sia per definirne alcuni aspetti sia per dare notizia di strumenti da utilizzare.

Dal 12 marzo 2016 le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro debbono essere effettuate in modalità esclusivamente telematiche. I lavoratori possono procedere personalmente oppure per mezzo di soggetti abilitati di cui al D.Lgs. 185/2016.

Lo Studio Farina Redaelli è abilitato al servizio.

Maternità dopo l’evento parto.

La Legge di Bilancio 2019 riconosce, in alternativa a quanto disposto dal Testo Unico sulla Maternità e sulla Paternità, la facoltà per le lavoratrici di astenersi dal lavoro esclusivamente dopo l’evento parto entro i cinque mesi successivi allo stesso, a condizione che tale opzione non arrechi pregiudizio alla salute della gestante e del nascituro.

Continua a leggere

ANF in modalità telematica.

A decorrere dal primo aprile 2019 le domande di assegno per il nucleo familiare dei lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo devono essere presentate direttamente all’Inps, esclusivamente in modalità telematica, al fine di garantire all’utenza il corretto calcolo dell’importo spettante nonché assicurarle maggiore riservatezza.

Continua a leggere

Iscrizione alla newsletter

Iscriviti per non perdere le prossime novità

Letta l'Informativa sulla privacy

acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte dello Studio Farina Redaelli per il servizio di “Newsletter” (cioè per essere aggiornato via posta elettronica sulle "novità" relative all'attività dello Studio Farina Redaelli).

Cliccando sul tasto “Iscriviti” dichiari di accettare i Termini di utilizzo e di avere almeno 18 anni.